Territorio

Smrt fašizmu, sloboda narodu!







mercoledì 10 ottobre 2012

Di notte

Resto lì.
Rannicchiato.
 
Nè Consolazione,
nè Luce.

Il tempo incalza.
Porge il conto.

L'uomo che ero non esiste più.

Un bimbo di otto anni.
Non sono io.

Rimangono immagini.
In spazi stretti.

E perdite infinite.
 

13 commenti:

  1. Dici che non c'è consolazione, ma il termine rannicchiarsi invece mi ha fatto pensare ad un atto consolatorio verso te stesso. Un auto-coccola, una forma di protezione da pensieri pesanti.
    L'accoccolarsi nel letto di notte, per me, ha sempre rappresentato un atto rasserenante, nonostante i pensieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rannicchiarsi difende dal freddo, ma alla fine, di notte, sei solo

      Elimina
    2. Alla fine come all'inizio, si è sempre soli. Non solo di notte.

      Elimina
  2. Si, il buio notturno rende la cosa più evidente.

    RispondiElimina
  3. Specie se intorno a te tutti dormono profondamente e domani, ristorati dal sonno, saranno pronti a vivere un nuovo giorno

    RispondiElimina
  4. A volte anche io sento il bisogno di rannicchiarmi..quasi a difendermi da ciò che mi circonda o forse per regalarmi un abbraccio virtuale che mi è sempre mancato. Mi giro di lato, verso la finestra, e quel buio che vedo fuori mi lascia senza fiato. Forse è un "osare troppo" qui, ma a volte, in un momento, sento odore di morte. Percepisco nell'atmosfera, nel silenzio che mi circonda, in quel buio, qualcosa di tristemente macabro che non mi so spiegare. E' come se qualcuno, pochi istanti prima, mi avesse dato questa notizia: "E' morto". E tutto il mio "io" si bloccasse percependo solo l'atmosfera. Devo portare dentro di me, nascosti in qualche meandro del mio inconscio, momenti poco felici della mia fanciullezza che non ricordo, quei miei otto anni che in qualche modo hanno segnato la mia vita. Rimango basita come anche solo l'odore ti possa far sentire solo, vuoto, e con un bisogno di rannicchiarti su te stesso per difenderti da tutto ciò a cui non sai dare spiegazione....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. porcavacca....sei messa peggio di me :D...

      Elimina
  5. E avevi qualche dubbio?? Diciamo però che io sono nel mezzo dai ....sopra di me c'è l'Anonimo che ha commentato il tuo altro scritto!!!! Lui credo ci batte tutti :-)

    RispondiElimina
  6. Potrà sembrarti un'altra provocazione, ma ad essere sincero i commenti di Anonimo sono stati stimolanti, tant'è che mi sto interrogando sul senso del blog, su cosa effettivamente io stia facendo o cercando quando scrivo qua sopra...
    Ovviamente, mi pongo anche domande su quelli che commentano i post :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Non perdere di vista le parole della ex staffetta!"Tu accendi fuochi". E questo è il tuo braciere! :-P E' innegabile che chi scrive ha qualcosa da dire. L'importante è che lo scritto non si nasconda nella miriade di cazzate che si trovano in rete, sui giornali, dappertutto!! Io trovo ciò che scrivi...interessante (banalisssssima!!); un misto tra intimo vissuto e puro racconto. La tua abilità sta nel non fermarti al mero raccontare, ma nel saper condire il tutto, appunto, di provocazione, di sottile ironia, e anche di una profonda introspezione. Tu lanci il sasso nell'acqua. A noi lasci la possibilità di crearne i cerchi... ;-) Non è da tutti, tra l'altro con poche parole a volte! Gli "anonimi" sono i prezzemolini della situazione, i veri istrionici del momento che provocano, non tanto a seguito di un pensiero e di una riflessione, ma per dare voce a un loro profondo disagio che li porta a definire tutto una "cazzata" a prescindere. E a dire solo quello: CAZZATA!
      Non porti troppe domande sulla sottoscritta! :-) E' un buco nell'acqua! :-D

      Elimina
  7. A ben pensarci, all'inizio non si è soli o almeno non ce ne si rende conto.
    ...czzzzz.... a furia di ascoltare linguaggi semplificati ho dovuto pensarci sopra per scrivere "ce ne si".

    RispondiElimina
  8. E chi lo sa se ci si rende conto o meno. Magari solo non lo ricordiamo. (scusate l’intromissione).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessuna intromissione...ahahahah...è che il browser fa un po' il czzzz che vuole e le risposte diventano commenti a sé stanti.

      Elimina