Territorio

Smrt fašizmu, sloboda narodu!







martedì 26 marzo 2013

Cimiteri

Dal finestrino del treno:
complessi industriali dismessi,
chilometri di capannoni,
casali in rovina.

E ogni tanto:
accampamenti di roulotte,
case male in arnese in mezzo al fango vicino alla centrale elettrica,
baracche di lamiera,
strade in costruzione per andare più in fretta all’IKEA.
campi di mais malato
e cimiteri di automobili nuove.

E ogni spesso,
villette a schiera variamente colorate:
giallino, arancino, verdino.

Persino puffo.

7 commenti:

  1. Come trent'anni fa !.... Che sia la tratta ferroviaria ? :[

    RispondiElimina
  2. non lasciare mai un arancino sul letto. ti ritrovi con un sudario unto.

    RispondiElimina
  3. anonimo pest I27 marzo 2013 09:21

    ... Sempre piu' difficile .....devo smettere....per me comincia ad essere troppo....:'(

    RispondiElimina
  4. Il bello è il brutto e il brutto è il bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Relativismo culturale. Gli esordi di Ratzinger da papa.

      Elimina
  5. El zingar ratto ....eheh...furbo sto li...

    RispondiElimina