Territorio

Smrt fašizmu, sloboda narodu!







domenica 4 novembre 2012

Ad esempio

Grande confusione sotto il cielo.
Tutto dunque procede bene diceva Mao.
Non è la prima volta, anzi mi sembra che sia così da sempre.

Difficile non dire banalità.
A volte mi trovo a scrivere di getto le cose che penso.
Direttamente dalla testa alla pagina digitale.
Quando rileggo tolgo tutto il superfluo in modo che rimanga solo l'essenziale.
Capita che di dieci righe se ne salvi una.
Capita più spesso che il foglio ritorni bianco. 

15 commenti:

  1. Sai quante volte mi capita coi commenti? Spesso i post hanno già racchiuso in sé ogni probabile commento.
    E allora evito di lasciare traccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche i commenti hanno in sé ogni probabile post :)

      Elimina
    2. Bello. Scriviamo a 4 mani :)

      Elimina
    3. Va bene. Dammi uno spunto.

      Elimina
    4. A dire il vero era un'osservazione scaturita dalla tua risposta :) Se anche i commenti hanno in sé ogni probabile post o, come mi ha fatto osservare qualcuno, a volte il commento stesso sembra un post, in un qualche modo si scrive a quattro mani. C'è un interazione tra di noi in questo senso.

      Elimina
    5. Preso granchio. Poteva essere interessante.

      Elimina
    6. In effetti lo è. Interessante intendo.

      Elimina
    7. A proposito di scrittura a 4 mani, l'altra sera ho letto i tuoi post (quello sul rientro a casa e quello sulla solitudine) e credo mi abbiano colpito particolarmente, perché poi di notte ho sognato che tu stavi scrivendo un post che si intitolava "E infine ... Io sono".
      Ed era una sorta di tua presentazione, ma era l'ultimo di una serie. Non ricordo altro, ma mi sono svegliata con la sensazione che io stessi lì a guardarti mentre scrivevi e che i post precedenti li avessimo scritti a quattro mani.
      Era solo una cosa curiosa che volevo dirti.

      (era questo che ti avevo scritto in quel messaggio di ieri non pervenuto).

      Elimina
  2. Vero specchio di molti con la penna o la tastiera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe essere lo stesso con le parole parlate. Messaggi chiari, mai banali. Sarebbe un altro mondo.

      Elimina
  3. Togliere e andare all'essenza.
    Non è facile.
    Ci vogliono idee chiare e tempo.
    Tempo per cercare le parole che esprimano il pensiero.
    La poesia è sintesi, è forma che diventa significato.

    RispondiElimina
  4. A volte mi abbandono a flussi di coscienza, non serve correggerlo ed è il tuo vero io, diverso da quello che vorresti essere o che vorrebbero che tu fossi perchè l' ordine e la chiarezza posson mascherare il pensiero e la logica cambiando senso e significato a quello che sei, e l' altro, tu, finisce col non capirti e cerca di tradurre cambiando ancora il pensiero che resta tuo finchè non muta nelle mani della mente logica, tuo ragionamento o vostro giudizio.

    RispondiElimina
  5. e pazienza se non mi capisci, grazie per avermi ascoltato

    RispondiElimina