Territorio

Smrt fašizmu, sloboda narodu!







giovedì 30 maggio 2013

I giorni dell'ansia

Passano,
incolori e atoni,
i giorni dell'ansia.

Mangiamo dalla ciotola
il pane raffermo
che ci è dato per cibo.

E ciononostante
ci pieghiamo e preghiamo
per averne ancora.

 

3 commenti:

  1. mastropietraio2 giugno 2013 08:41

    Beh,ragazzo, ti assicuro che c'è una capacità di cambiamento così potente nella povertà che non si immagina! D'altro canto non e' da tutti però avere dignità senza danari al giorno d'oggi. E sti figli che non crescono mai per madri e padri troppo amici...bah , so che non serve fare archeologia, ma preferivo le silenti compagnie dei vecchi alunni che le forzate chiacchere vuote di chi oggi mi visita perché non sa più come impiegare il suo tempo ...

    RispondiElimina
  2. pensa che io faccio i conti coi soldi basandomi sulla mia aspettativa di vita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai capitale,indubbio;)

      Elimina