Territorio

Smrt fašizmu, sloboda narodu!







mercoledì 7 agosto 2013

Casablanca

In questa  città,
decaduta e triste,
muri imbiancati
e buganvillee
nascondono le baracche
di cartone e lamiera,
coprono la vista
delle bidonville.

Ma la miseria passa attraverso i muri
perché l'odore,
i muri,
non riescono a trattenerlo
e si diffonde nell'aria,
l'odore di merda e carbone
portato dalla brezza dell'oceano.

Perfettamente in tema,
dalla terrazza desolata
dell'unico ristorante aperto,
dietro il tribunale in stile moresco,,
vedo un uomo che arriva,
si arrotola i pantaloni alle caviglie,
si slaccia la cintura,
si cala le braghe
e caga.

Poi si pulisce il culo col giornale
con la carta copre la merda,
e piano piano
normalmente,
s'allontana.


 

2 commenti:

  1. mastropietraio8 agosto 2013 05:47

    Mi alzo presto per lavorar col fresco e ti trovo a Casablanca a parlar di merda.....vabbe' , almeno hai colorato con bouganvilles ; se ti hanno preso in consegna per le ferie capisco, capisco pure se fa tanto caldo e ti irriti l'acidità del sudore, ma cerca qualcosa che ti faccia cogliere un altro lato....che si vede dall'altra parte del terrazzo?

    RispondiElimina
  2. Condivido la domanda di mastropietraio. Mostraci anche un altro punto d'osservazione, magari ne nasce un altro post.

    RispondiElimina